Lettori fissi

mercoledì 28 gennaio 2015

Munafò tanta energia e vitalità

L’azienda Munafò nasce ad Avola, patria della pregiatissima cultivar Pizzuta Avola.Da tre generazioni la famiglia Munafò produce e commercializza mandorle e frutta secca combinando i valori della tradizione più antica con il rispetto per la natura e l’ambiente.
 Dal 1969 Paolo Munafò (oggi Amministratore Unico) è l’anima di una realtà dinamica, radicata nel mercato nazionale, e fortemente orientata all’esportazione in Europa e nel resto del mondo.


Originario dell'Asia centrale, il Mandorlo - tra la poche specie a fiorire in inverno ricoprendo pianure e colline di candidi petali – deve ai Greci la sua diffusione nel bacino del Mediterraneo tra il V e il IV secolo A.C. Nel Val di Noto, tra le province di Siracusa e Ragusa, ha trovato un ambiente ideale dove crescere in armonia con il territorio, producendo varietà di tale pregio (Pizzuta, Fascionello, Romana) da diventare un prodotto unico conosciuto in tutto il mondo.

Tra le tante varietà,le migliori sono LE MANDORLE Di AVOLA
Esse si distinguono in tre tipologie:

-Pizzuta che ha un guscio duro e liscio,dai pori piccoli,il suo seme ha la forma piatta dal colore rosso cuoio,è la mandorla eletta dalla confetteria e pasticceria di alta qualità

-Fascionello pur non elegante come la pizzuta viene indicata in pasticceria e confetteria

-Romana il seme della romana o corrente D'Avola è a forma triangolare ,irregolare,viene utilizzata in pasticceria

Ringrazio l'azienda e vi mostro cosa ho ricevuto:


-MANDORLA SGUSCIATA TUONO SICILIANAgr. 250

-MANDORLA PELATA TUONO SICILIANA gr. 250


-MUNAFO' SNACK NATURALE





nel pratico dispenser da 25confezioni da 20g (la dose giornaliera) le porto sempre con me a merenda e ottime come spuntino,Ricco di VITAMINA E, B2, FOSFORO;OMEGA 3 e FIBRE, favorisce il metabolismo, riduce il rischio di malattie cardiache e coronariche, rafforza le difese immunitarie ed e' fonte di energia quotidiana. I grassi insaturi contribuiscono a ridurre il COLESTEROLO:

La presenza di CALCIO, MAGNESIO e POTASSIO rendono lo snack Mandorla di Avola Munafo' un integratore biologico capace di ridurre il senso di fatica e bilanciare l'apporto calorico dell'organismo. Particolarmente consigliato per la riduzione dei LIPIDI, della GLICEMIA e dell'INSULINEMIA. E' un naturale complemento nelle diete ipocaloriche, in quelle vegetariane e per i celiaci.
" Uno scrigno di salute che non fa ingrassare!"
E' disponibile in comode bustine da 20 gr di mandorle di Avola sceltissima e nel dispenser a bocca di lupo contenente 25 bustine.

con le squisite mandorle pelate ho realizzato questi deliziosi AMARETTI MORBIDI

Per circa 40 piccoli amaretti
40 g (1 medio) di albume
145 g di mandorle pelate Munafò
135 g di zucchero
Per spolverizzare
30 g circa di zucchero a velo

Per prima cosa frullare molto finemente le mandorle con lo zucchero fino ad ottenere una polvere impalpabile.
Versare la polvere di mandorle e zucchero in una ciotola, sciogliendo eventuali parti agglomerate con le mani.
Mescolare la polvere finissima con un albume fino ad ottenere un composto sodo e facilmente modellabile con le mani.
Rotolare il panetto ottenuto nello zucchero a velo.
Dal panetto, ottenere tante piccole palline. Rotolare ogni pralina nello zucchero a velo.
Collocare ogni pallina su una piastra foderata con la carta da forno. Lasciar riposare le praline sulla piastra da forno per almeno 8-10 ore: in questo modo gli ingredienti si rapprenderanno e le praline assumeranno una consistenza più dura.
Trascorse le 10 ore, accendere il forno a 160°C e, quando avrà raggiunto la giusta temperatura, infornare la piastra con gli amaretti. Cuocere per circa 10 minuti. Per ottenere degli amaretti morbidi, le praline non devono imbrunire eccessivamente. Chi desidera invece un amaretto più croccante, può prolungare la cottura per altri 10 minuti
Rimuovere la piastra da forno e lasciar raffreddare. Gli amaretti sono pronti per essere serviti. Si possono conservare in una scatola di latta per 2-3 settimane.



Prodotti eccellenti ,vi consiglio di acquistarli su  http://www.munafosrl.it/index.php  







3 commenti:

  1. Questi amaretti sanno di tantoooo buono, complimenti,
    posso rubarti la ricettina? Altro che conservarli per un paio di settimane,
    me li mangerei tutti :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. infatti sono andati a ruba e ti giuro più buoni di quelli comprati !!!!!!e poi con ingredienti semplicissimi e genuini

      Elimina
  2. Buoni complimenti per gli amaretti

    RispondiElimina